Ultimi post pubblicati

Perdere peso: per mandare in fumo una dieta bastano 3 ore

Quest’oggi la nostra rubricaa Sanadieta, con la collaborazione del Bblog del nostro esperto dietista Dott. Davide Bianchini, riporta una news sulla ricerca legata al tema. Una notizia che, a dire il vero, è abbastanza allarmante, ma necessaria da sapere per potersi rendere conto che l’impegno a dimagrire, soprattutto se si hanno problemi connessi all’obesità,

Il “viaggio” del grasso verso il girovita è molto più rapido di quanto si pensi.

Trascorse tre ore dal pasto, infatti, i grassi consumati si depositano già su fianchi e girovita. Pertanto, non è una sensazione di gonfiore quella che avvertite la sera dopo aver consumato un pranzo luculliano, ma grasso appena formato.

Secondo uno studio dell’Università di Oxford (Gran Bretagna) condotto da Fredrik Karpe - docente di medicina metabolica – e il suo team di ricercatori, bastano dalle tre alle quattro ore perché parte del grasso contenuto nel cibo appena mangiato si accumuli nell’addome.

Il meccanismo di assorbimento dei grassi era già noto, ma questa ricerca svela una tempistica del tutto inattesa.

Nel corso della sperimentazione, un gruppo di volontari ha ingurgitato del grasso precedentemente trattato dai ricercatori in modo tale da renderlo facilmente riconoscibile una volta all’interno dell’organismo. 

E’ stato, così, osservato che le molecole impiegano circa un’ora per essere sminuzzate nello stomaco e, subito dopo, entrano nel sangue sotto forma di piccole gocce. Queste ultime viaggiano per il corpo per molto meno tempo di quanto si pensasse e vengono rapidamente catturate e immagazzinate nei depositi presenti a livello del girovita.

Il processo è molto veloce – ha spiegato Fredrik Karpe – le cellule del tessuto adiposo intorno alla vita intercettano le gocce di grasso non appena il sangue le porta lì e le incorporano nelle cellule per il deposito dei grassi”.

Solo una parte dei grassi della colazione seguono questo percorso, mentre i cambiamenti ormonali tipici delle ore serali fanno sì che metà di quelli presenti nella cena facciano questa fine, tanto che per 30 grammi di grassi ingeriti durante il pasto serale, 2 o 3 cucchiaini finiscono proprio intorno alla vita.

Quindi, se quasi tutto ciò che si mangia a colazione viene rapidamente utilizzato per ricavare energia, il rischio di ingrassare aumenta molto nel dopocena.

L’unico modo per contrastare questo accumulo è fare attività fisica.

Infatti, questa forma di immagazzinamento è solo temporanea e i grassi presenti nell’addome possono essere rapidamente mobilizzati per dare nutrimento ai muscoli. Ma “se si mangia troppo – avverte Karpe – non si entra in questa fase di mobilizzazione. Ci sarà solo un accumulo costante e si inizierà ad ingrassare”.

Uno strappo al menù dietetico quindi può essere fatale, e cancellare risultati di settimane in poche ore, per l’esattezza tre, il tempo che basta per far lievitare il girovita. E’ per questo che i regimi dietetici restrittivi non funzionano: a un certo punto si crolla e ci si abbuffa, mandando a monte tutti gli sforzi fatti con un solo cornetto alla nutella.

Gli strappi alla regola però sono meno gravi se fatti di mattina: mangiare un cibo molto calorico all’inizio della giornata permette all’organismo di bruciare energia fino a sera, cioè fino a quando il corpo non si riposa. Consumare cibi ultracalorici e grassi di sera invece è lo sbaglio peggiore, perché durante la notte il corpo non brucia le calorie, accumulandole sotto forma di cuscinetti adiposi.

Il grasso consumato a colazione non si deposita sui fianchi, mentre quello assunto di sera per metà diventa una “zavorra” fisica, difficile da smaltire. Inoltre, come ben sappiamo, il grasso si accumula nelle donne soprattutto su cosce, fianchi e sedere, deformando in fretta una bella silhouette.

Volete altre notizie specifiche su dieta e alimentazione, cliccate qui per seguire anche il blog del nostro esperto Dott. Bianchini!

Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo, e/o iscriviti alla nostra pagina facebook “Sanawell Prodotti e Rimedi Naturali” e seguici anche sul nostro” profilo Sanawell su Twitter ”per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Condividi
Mega World News Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz StumbleUpon Weekend Joy

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Inserisci la tua mail per ricevere
tutti gli aggiornamenti del blog

Condividi
Mega World News Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz StumbleUpon Weekend Joy