Ultimi post pubblicati

La Paleodieta: cos’è?

La paleodieta è un regime alimentare basato sulla tipologia di alimentazione che caratterizzava gli uomini vissuti nelle epoche in cui ancora non esisteva la pratica dell’agricoltura.

Prima dell’avvento dell’epoca agricola, gli esseri umani si alimentavano con i cibi ottenuti da pratiche quali la caccia, la pesca e la raccolta dei frutti della terra che nascevano spontaneamente.

Secondo i fautori della paleodieta, la giustificazione della bontà di dieta sarebbe da ricercarsi nel fatto che negli ultimi 10.000 anni l’uomo non ha subito particolari cambiamenti dal punto di vista genetico e da quello fisiologico, una posizione alquanto curiosa in quanto non si tiene in nessun conto che nel corso di questi 100 secoli l’evoluzione dell’uomo è stata notevolissima da diversi altri punti di vista .

Su molte fonti si legge che l’ideatore della paleodieta sarebbe il prof. Loren Cordain, docente al Dipartimento di Salute e Scienze motorie presso la Colorado State University: secondo i suoi sostenitori, per applicare al meglio la paleodieta le regole principali sono: assumere regolarmente carni magre, pesce, frutti di mare, frutta e vegetali non amidacei; abolire dalla dieta cereali, legumi, latticini, cibi industriali.

La paleodieta consente il consumo di frutta secca, ma con moderazione al massimo 100 g al giorno quando si sta cercando di ridurre il peso corporeo; ottenuta la riduzione di peso voluta non vi sono limiti al consumo; fra la frutta secca consigliata dalla paleodieta troviamo mandorle, noci e pinoli.

La paleodieta consiglia poi di ridurre o eliminare tutti i cibi spazzatura e quelli prodotti industrialmente, tutti gli alimenti contenenti farina bianca, farina di kamut, farina di farro, farina di frumento e zucchero, pane fresco, pane confezionato, torte, cereali, biscotti cracker, merendine confezionate, pasta secca, pasta fresca, focacce, piadine, basi pronte per pizze, focacce o torte salate o dolci, dolcificanti artificiali ed edulcoranti, tutti gli alimenti contenenti sciroppo di mais ad alto contenuto di fruttosio, tutte le verdure amidacee ad alto carico glicemico, tutti i succhi di frutta prodotti industrialmente, tutti i cibi contenenti acidi grassi idrogenati, tutte le carni rosse non biologiche e le frattaglie, tutti i pesci pescati in fiumi inquinati, caffeina, tutti gli alimenti con additivi, coloranti e conservanti.

Questa dieta consiglia di assumere una buona quantità di proteine di origine animale, assumere una quantità minore di carboidrati rispetto a quella generalmente consigliata dalle cosiddette diete popolari, ma assumere comunque frutta e verdura evitando tuberi amidacei, cereali e zuccheri raffinati, ed assumere quantità moderate di lipidi; prediligere grassi omega 3 e omega 6 in quantità identiche, seguire un regime alimentare ricco di minerali in particolar modo calcio, magnesio e potassio, assumere cibi ricchi di vitamine e sali minerali; in questo regime alimentare non è importante effettuare il controllo delle calorie assunte.

La paleodieta è una dieta veramente molto semplicistica perché alla base di essa c’è la concezione tipica della personalità semplicistica che tutto ciò che è naturale è buono. Ovviamente noi vi suggeriamo di consultare sempre uno specialista e di non esagerare nel seguire determinate diete, che possono essere magari solo tendenze del momento. L’abuso non è mai una buona pratica….

E voi? Avete provato la paleodieta, la conoscete? Diteci la vostra!


Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo, e/o iscriviti alla nostra pagina facebook “Sanawell Prodotti e Rimedi Naturali” e seguici anche sul nostro” profilo Sanawell su Twitter ”per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Condividi
Mega World News Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz StumbleUpon Weekend Joy

(4) Comments

  1. Non solo l’ho provata, l’ho adottata come stile di vita e me ne faccio promotore.

    Purtroppo non è possibile elencare in un articoletto le ragioni scientifiche che sono all’origine dei benefici della paleodieta o della primal, sua sorella meno rigida che ammette tuberi (carote, patate, rape…) e latte (preferibilmente fermentato quindi yogurt, kefir).
    Dire che è una dieta semplicistica non fa onore a anni di conferme di laboratorio sugli stili di vita di intere popolazioni che ai giorni nostri ancora vivono nell’età della pietra (Masai, Inuit, Tokenau…)

    • Grazie Alex per il tuo commento, è vero in un articolo non possiamo dilungarci più di tanto ma le regole Seo esistono e dobbiamo rispettarle per il bene del blog:)Continua a seguirci e grazie ancora per il tuo intervento!

  2. Pingback: Sale integrale: tutte le proprietà | Benessere da Condividere

  3. Pingback: Come dimagrire con la ginnastica paleolitica | Benessere da Condividere

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>


Inserisci la tua mail per ricevere
tutti gli aggiornamenti del blog

Condividi
Mega World News Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz StumbleUpon Weekend Joy