Ultimi post pubblicati

Come dimagrire con la dieta del sondino

Spesso in tv o sui giornali attingiamo notizie riguardo la cosiddetta dieta del sondino, la principale tecnica di nutrizione enterale, da molto tempo utilizzata con successo per svariate necessità. Per nutrizione enterale si intende la somministrazione di diete speciali liquide o semiliquide attraverso un sondino piccolo, un tubo circolare di ridotto calibro, la cui infusione avviene per gravità o, meglio, attraverso una pompa infusionale, si tratta quindi di un tubo di silicone dal ridotto diametro che, introdotto per via nasale, porta l’ alimentazione a livello gastrico o digiunale, partendo da una sacca esterna contenente la soluzione da infondere, spinta in piccole quantità da una pompa peristaltica, l’introduzione per via nasale è rapida, sicura e praticamente indolore, non richiede sedazione o anestesia del paziente.

La letteratura scientifica e la lunga pratica clinica hanno da tempo considerato questa tecnica sicura ed affidabile, gli effetti collaterali e le complicanze sono assai rare e un loro riscontro è di facile risoluzione da parte del medico, che certo dovrà attentamente seguire il paziente sia al momento dell’ introduzione del sondino che nei giorni successivi, lo studio delle casistiche, ormai nell’ordine delle migliaia di pazienti, ha riscontrato un calo medio del 7-8rispetto al peso di partenza e le tecniche impedenziometriche hanno anche rilevato un mantenimento della massa magra e, di conseguenza, una notevole riduzione del tessuto grasso, , il complesso meccanismo fisiologico ricercato nel trattamento dietetico normoproteico, presuppone la scomparsa dello stimolo della fame nell’ arco di 2-3 giorni.

L’ introduzione e il trattamento con sondino naso-gastrico è senza dubbio un atto medico, che richiede la professionalità e lo scrupolo necessario in ogni medico, non è però un intervento chirurgico, è possibile anche ambulatorialmente e non richiede sedazione o anestesia, anche se è possibile un lieve fastidio al momento dell’ introduzione del sondino e nei minuti successivi e può concretizzarsi come moderata lacrimazione, senso di corpo estraneo in gola o comparsa di stimolo della tosse.

Questi sintomi, comunque non presenti in tutti i pazienti, scompaiono rapidamente, già dopo 12-24 ore cessa ogni spiacevole sensazione e la presenza del sondino non è più sgradevolmente percepita, il sondino, fissato alla guancia con una piccola striscia di nastro adesivo, è trasparente, leggerissimo, di piccolo diametro e non ostacola assolutamente lo svolgimento delle normali attività quotidiane.

La sacca contenente la soluzione da infondere e la pompa peristaltica, riposte in uno zainetto o in una borsa a tracolla , possono essere temporaneamente e  semplicemente staccate dal sondino, ermeticamente chiuso, per poter effettuare mansioni più delicate o per poter svolgere le normali pratiche di igiene personale.

Il paziente si nutre attraverso il sondino e dalla soluzione proteica assume sostanze essenziali, sufficienti per il suo benessere nel corso del trattamento e indispensabili per mantenere il processo di chetogenesi, ogni altro alimento potrebbe inficìare questo processo, facendo tornare, paradossalmente, lo stimolo della fame, prima dell’ inizio del trattamento è prassi obbligatoria, da parte del medico, accertare i casi in cui usare questa tecnica di dimagrimento e la funzionalità renale e cardiovascolare del paziente, perchè l’uso del sondino è controindicato nelle insufficienze renali di discreta entità, nei pazienti in dialisi, nello  scompenso cardiaco, in pazienti con ulcera gastrica o duodenale, una particolare attenzione dovrà essere riservata ai pazienti diabetici in terapia, affinché possano essere valutati i livelli glicemici al momento della sospensione totale dell’ apporto glucidico e l’ eventuale sospensione della terapia ipoglicemizzante.


Se ti è piaciuto l’ articolo condividilo, e/o iscriviti alla nostra pagina facebook “Sanawell Prodotti e Rimedi Naturali” e seguici anche sul nostro” profilo Sanawell su Twitter ”per non perdere altri articoli, curiosità e consigli!!

Condividi
Mega World News Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz StumbleUpon Weekend Joy

One Comment

  1. Pingback: Come perdere peso con la dieta NOP | Benessere da Condividere

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code
     
 

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

Inserisci la tua mail per ricevere
tutti gli aggiornamenti del blog

Condividi
Mega World News Myspace Friendfeed Technorati del.icio.us Digg Google Yahoo Buzz StumbleUpon Weekend Joy